Lattice: natura e caratteristiche

14. 11. 19
posted by: Damiano Calgaro
Visite: 625

 

Il lattice è un liquido biancastro prodotto dalla corteccia di alcune piante la più nota delle quali è la Hevea Brasiliensis. L'Hevea è una pianta spontanea ad alto fusto originaria della foresta equatoriale brasiliana poi esportata in altre zone del mondo. Il lattice si ricava da incisioni a spirale lungo la corteccia di piante di almeno 5-6 anni e presenta fin da subito un alta percentuale di gomma (arrivando fino al 40% in peso). Alla fase di raccolta segue poi la fase di essicazione e tutta una serie di trattamenti industriali fino a portarlo nelle nostre case come quel prodotto tanto stupendo quanto economico che tutti noi conosciamo.
Senza negare le straordianarie proprietà nelle nuove gomme siliconiche che permettono applicazioni a patola, a pennello, per colata raggiungendo sempre livelli di resistenza elastica incredibili e con bassissimi tempi di vulcanizzazione, il lattice mantiene sempre il suo fascino di materiale naturale dalla facile applicabilità e da una buona resistenza alla trazione.

Creare uno stampo in lattice, se non si utilizzano procedimenti particolarì (riscaldamento stampo pre-immersione, vulcanizzazione forzata ecc...) richiede tempi di attesa anche abbastanza lunghi tra una stesura e l'altra per raggiungere uno spessore minimo di 1,5-2 mm, ma rimane un esperienza unica soprattutto se riusciamo a coinvolgere altri membri familiari ed in special modo i bambini. Questa specie di alchimia capace di trasformare, pennellata dopo penellata, quel liquido biancastro in uno stampo altamente elastico si accompagna all'altrettanto affascinante esperienza di creare delle riproduzioni in gesso.
E' comunque doveroso ricordare che in particolari persone (fortunatamente pochissime) la presenza di enzimi e proteine di origine vegetale possono causare reazioni allergiche per contatto che si possono evolvere in forme più o meno gravi. Considerata la presenza di ammoniaca nel composto e la possibilità (seppur remota) di gocce e rovesciamenti, è opportuno lavorare in un ambiente ben ventilato e protetti da indumenti, guanti ed occhiali protettivi