Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Da argilla cruda a gesso o cera ... o bronzo

Da argilla cruda a gesso o cera ... o bronzo 6 Mesi 3 Settimane fa #37

  • calga
  • Avatar di calga
  • Offline
  • Amministratore
  • Messaggi: 71
29 ottobre 2005 alle 15:22:28 Profilo - rank78Invia un messaggio privato Rispondi quotando Ciao, sto da qualche tempo pensando alla possibilità di fare una piccola "serie" di alcuni lavori in argilla cruda. Infatti, non avendo nelle vicinaze un forno e non volendo "rischiare" danni durante la cottura, vorrei utilizzare altre tecniche per poter riprodurre i miei lavori. Mi sono informata presso una fonderia artistica, ma per una mano scala 1/1, mi hanno dato un prezzo x la fusione in cera persa di circa 150 euro (da cui otterrei solo 1 altro pezzo). Pensavo di fare circa 10 pezzi per ogni lavoro, o anche meno, allora sto provando a fare qualche calco, di una mano vera (con qualche difficoltà di finitura dello stampo... ha sempre qualche buco!): si può fare uno stampo da un oggetto in argilla crudo? mettendo come distaccante il sapone, non è che l'originale diventa di nuovo molle e si rovina? Ci sono alternative più economiche per realizzare delle copie in altri materiali?
Tante domande, lo so, spero che qualcuno mi sappia aiutare! Grazie!
Maria Chiara
31 ottobre 2005 alle 13:41:30 Profilo - darioInvia un messaggio privato Rispondi quotando Ciao
Se vuoi fare uno stampo per la fusione solo con gesso
il modellato in argilla cruda non deve essere secco,
mantienilo a durezza cuoio.
Se invece è secco devi usare del silicone ma è + costoso,
però hai la possibilità di fare quante copie vuoi.

Non so sesono stato esaudiente su quello che volevi,
fammi sapere.
ciao
Dario


Buon lavoro
02 novembre 2005 alle 17:22:35 Profilo - rank78Invia un messaggio privato Rispondi quotando Grazie Dario per la tua risposta.
I lavori hanno ormai qualche anno, quindi la durezza cuoi è "lontana"...

Quali sono i problemi col gesso su un lavoro già asciutto?

Mi sai dare maggiori info sul silicone? si tratta di normale silicone? che tipo di procedura si segue? che tipo di distaccante si utilizza per salvaguardare il lavoro crudo?

Grazie mille, aspetto una tua risposta per procurarmi i materiali!
M.Chiara
02 novembre 2005 alle 20:48:36 Profilo - darioInvia un messaggio privato Rispondi quotando
Modificato il 02 novembre 2005 alle 21:30:48 Ciao cercherò per quanto possibile di spiegarti:
se hai un modello già secco , il problema di uno stampo diretto con gesso è la rottura inevitabile del modello, se poi ci sono sottosquadra nel modellato, bisogna fare uno stampo in più parti, ed è molto complicato.
L'ideale sarebbe il silicone.
La tecnica non è molto complicata ma difficile da spiegare senza esempi pratici, ti consiglio comunque un testo molto esplicativo: Philippe Clerin - Manuale di scultura - edizione Sovera (roma).
Spero di essere stato chiaro, buon lavoro, fammi sapere.
Ps.
in quanto al silicone lo puoi trovare in un colorifico fornito , ma è costoso e in piccole quantità.meglio un grossista,non so tu in che città abiti, ma lo puoi trovare
con una ricerca internet: fornitori siliconi , gomme da duplicazione o per stampi
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.116 secondi