Ceramiche “crawling”

16. 08. 17
posted by: Damiano Calgaro
Visite: 914

Uno sguardo su tutto il mondo per trovare il meglio della tecnica ceramica: è questa la caratteristica delle opere esposte in mostra per tutto il mese di agosto nel salone delle Bandiere di Faenza. Sceramiche-crawlingessanta le ceramiche selezionate dalla prima edizione del concorso “Ceramic&Colours Award“, pezzi provenienti da Paesi europei ed extraeuropei che sarà possibile ammirare al salone situato al primo piano del comune di Faenza . Il concorso vuole differenziarsi dalle altre rassegne nel panorama del mondo ceramico per la sua impronta spiccatamente tecnica: per l’edizione 2016 è stato scelto l’effetto “crawling”, un rivestimento con la particolare caratteristica di aprirsi in aree frammentate quasi cretose, e ai partecipanti è stato chiesto di interpretare e sviluppare a piacere questa tecnica.

La cerimonia di premiazione dei vincitori si terrà infatti proprio in occasione di Argillà Italia 2016, il 3 settembre alle ore 18 alla presenza dei componenti della giuria e dei rappresentanti dell’amministrazione comunale. Il concorso è stato realizzato dall’associazione culturale Passepartout Faenza il cui obiettivo è dal 2008 quello di sostenere e stimolare il mondo della ceramica artistica attraverso corsi di formazione e nuove opportunità di confronto.

Sessanta le ceramiche selezionate dal Ceramic&Colours Award

La mostra al salone delle Bandiere sarà visitabile per tutto il mese di agosto

Oltre cento gli artisti che hanno deciso di partecipare al concorso, di questi la giuria ha selezionato le sessanta migliori opere, esposte al salone delle Bandiere. «Siamo molto contenti della riuscita di questa prima edizione che ci ha molto impegnato per la complessità dell’organizzazione – dice Gian Piero Merendi presidente dell’associazione – la partecipazione ha superato ogni più rosea previsione sia per il numero che per la qualità delle opere presentate. Ci auguriamo che questo concorso possa davvero diventare un’importante appuntamento di confronto sulle opportunità che i molteplici effetti ceramici possono offrire nella finitura di un manufatto. Un ringraziamento particolare va anche al vice sindaco Massimo Isola, a Giuseppe Olmeti e a Claudia Casali direttrice del Mic per il sostegno che ci hanno voluto dare, condividendo con noi fin da subito lo spirito di questo progetto».

La mostra sarà visitabile per tutto il mese di agosto dalle 8 alle 14 e nei giorni della mostra-mercato internazionale Argillà Italia dalle 10 alle 20. La giuria del concorso è composta da Alberto Alberti (Ceramica Del Conca), Laura Borghi (La Ceramica in Italia e nel Mondo), Claudia Casali (Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza), l’artista Giovanni Cimatti, Giovanni Mirulla (La Ceramica Antica e Moderna) e l’artista Martha Pachon.