Lavorando con il gesso

10. 12. 05
posted by: Ilir Cela
Visite: 5506

Ho iniziato con molta nostalgia perché per 18 anni non facevo niente di simile.Ho trovato subito difficoltà perché il modello non stava fermo.Ogni seduta durava due ore, di queste lavoravo si o no 10 min. con modello fisso.
foto 2:Dovevo fare per forza un paio di foto per poter lavorare nei dettagli e nei quei pochi min. con il modello guardavo con attenzione i passaggi dei muscoli.Durante le pause osservavo attentamente l'espressione del viso e la fine con poca fantasia c'è lo fatto.
foto 3:Ho diviso il busto in tre parti con le lamette per essere più facile a dividere il negativo.
foto 4:Ho sbagliato nel scegliere il gesso.In mezzo secchio d'acqua ho versato il gesso comprato in un supermercato, ed è qui lo sbaglio perché il gesso era per restauro e tre % di sabbia.Mi sono rivolto a un negozio specializzato per le sculture e alla fine ho azzeccato la miscela acqua e gesso.
foto 5:Dopo aver preparato il gesso (quando era ancora molto liquido) ho cominciato a coprire tutte le fessure e man mano che andavo avanti rispettavo lo strato di 3 cm. circa.
foto 6:ho aspettato 8 ore prima di staccare i pezzi. All'inizio ho tolto le lamette con una pinza e poi con l'aiuto di un coltello ho staccato prima la parte sopra posteriore e poi quello basso.Qui il pezzo si è spezzato in altri tre pezzi.Ho scavato la creta che si vedeva indietro per tutto la metà davanti del gesso che è rimasto.
foto 7:Dopo aver pulito bene i pezzi dalla creta con acqua e pennello gli ho spalmati con una miscela di sapone di Marsiglia tritato fine fine con una goccia di acqua.Non so perché non mi fidavo del olio di lino che mi ha consigliato il venditore di gesso.
foto 8:Ho riempito con gesso liquido tutti i pezzi separati avendo cura di non sporcare i bordi.Quando sono asciutti gli ho uniti prendendo forma di quel masso che era prima di staccare i pezzi al inizio del calcolo.Girandolo con testa in giù ho versato gesso liquido per coprire tutte le fessure creati dai pezzi che sono stati uniti.Dopo alcune ore quando era tutto asciutto ho cominciato a rompere il calcolo con dita e pezzo di legno.Ho usato legno come martello per non dare colpi forti.
Ed ecco, davanti a me il busto.In quel momento fumavo una sigaretta e tornavo dietro nel tempo quando frequentavo il liceo.Quel busto suonava come una canzone che ti fa ricordare un pezzo di storia della tua vita.