Mirette

14. 11. 11
posted by: Damiano Calgaro
Visite: 1603

 

Chiamata anche occhiello per la forma particolare, la Miretta è uno degli strumenti più utilizzati in ceramica e modellato in creta; lo scopo principale di questo attrezzo è quello di asportare una porzione più o meno grande di argilla a seconda del tipo di lama impiegata e di quanto viene affondata nel materiale. Possono essere di vario tipo e generalmente si differenziano per tipo di lama applicata che può essere costituita da un semplice filo tondo in acciaio, da un filo a tagliente o, negli esemplari più grandi da una vera e propria lamina affilata sempre in acciaio. Le forme di taglio possono essere le più svariate, da semplici anelli a forme più complesse per arrivare anche nei punti più difficili e generalmente sono costituite da un manico di forma cilindrica con una o due zone di taglio poste alle estremità. Esistono anche dei manici in alluminio con gli inserti intercambiabili ma oltre che costosa questa è anche un attrezzatura poco pratica. Le mirette più grandi e rinforzate vengono spesso utilizzate per sgrossare grossi pezzi di argilla o per effettuare lavorazioni su blocchi in gesso (tornitura-scultura...) mentre, quelle di dimensioni minori,per delineare e creare caratteristiche minute (mirette in alluminio piccole).

Una soluzione molto pratica quando si inizia a modellare un modello è quella di utilizzare le famose Mirette-Stecca: una soluzione che permette di avere nello stesso attrezzo un'estremità con lama applicata e l'altra con spatola sagomata.